Contenuto principale

Martedì, 20 Agosto 2013 00:00

Mi offrono un incarico di responsabilità

phoca thumb m foto-varie-05Mi offrono un incarico di responsabilità...
...e se anche scrivere queste riflessioni un po' mi imbarazza, al contempo mi sento di condividere questo momento ed il peso della responsabilità della scelta che mi troverò a fare, scelta ancora non compiuta e per la quale mi sento di chiedere anche ad altri cosa ne pensano... per aiutarmi (o "complicarmi") nella decisione.

Come forse alcuni sapranno, assieme ad un gruppo vivace e motivato di assistenti sociali, mi sono candidato al rinnovo del Consiglio Regionale dell'Ordine degli Assistenti Sociale del Veneto... e con la lista Assistenti Sociali in Movimento abbiamo ottenuto 11 consiglieri sui 15 complessivi. E io mi sono ritrovato - senza alcuna ambizione ed aspirazione iniziale - ad essere stato il più votato in assoluto. 
E questo pesa, per me che non avevo nemmeno l'intenzione iniziale di candidarmi, ed ora mi sento la responsabilità di sapere che hanno votato per me molti colleghi e colleghe... e diversi voti li ho presi anche da chi votava candidati dell'altra lista.
E' quindi inevitabile che vi siano alcune aspettative e richieste affinché possa assumere io la carica di presidente del CROAS Veneto.

E questa cosa, devo ammettere, se da una parte inevitabilmente mi lusinga, molto di più mi preoccupa e mi fa sentire il peso di una responsabilità che non avrei mai voluto. Avrei preferito dedicarmi ancora in questi prossimi anni al mio impegno all'interno dell'associazione culturale ASit Servizio Sociale su Internet e, magari, tentare di portare avanti alcune attività come formatore.

La canzone che fa da colonna sonora a queste mie settimane di pensieri e riflessioni, è senza dubbio La linea d'ombra, di Lorenzo Jovanotti.

Mi interrogo pure se ho il "profilo giusto" per incarichi istituzionali, e sperando di non apparire falso modesto, mi piace far tesoro dei suggerimenti posti anche da altri colleghi sull'identikit del consigliere perfetto.

E rieccheggia in me un pensiero scritto credo più di 15 anni fa da Francesco Massinelli, collega ed amico umbro, che ai tempi del Coordinamento Nazionale di Studenti di Servizio Sociale così andava all'essenza di quella esperienza: "quando sentirai parlare della armatura dell'assistente sociale, ricordati della maglietta: è più vicina alla pelle". Lo trovo geniale. Non so ancora quale sarà la mia scelta, ma in ogni caso mi piacerebbe portare all'interno del nuovo CROAS anche la ricchezza di quelle che sono alcune esperienze forti del mio percorso professionale e personale, dall'esperienza di ASit agli stimoli e scelte di stile di vita che possono essere legati ad esempio alla autenticità dell'esperienza dei Bilanci di Giustizia e alla freschezza e vitalità di altri incontri.

Come gruppo di candidati abbiamo puntato molto nel programma presentato su coinvolgimento, partecipazione ed innovazione di certe scelte. Sono pure convinto che non sia importante tanto chi assumerà il "governo" del CROAS e quanto farà, ma piuttosto cosa si farà e come verrà fatto. Mi piacerebbe una corresponsabilità e suddivisione di incarichi, in modo da poter valorizzare le energie e competenze di tutti, verso un "bene comune". E in questo senso ho fiducia in un gruppo che potrà essere allargato alla partecipazione e coinvolgimento di molti colleghi e colleghe che già fanno sentire la loro presenza. Due strumenti già attivi sono la mailig list ed il gruppo su facebook.

Ora non so ancora quale sarà la mia decisione, che non potrà tuttavia prescindere da una condivisione ed un confronto con chi mi è più vicino, a partire dalla mia famiglia.

Mi offrono un incarico di responsabilità... oggi non sono ancora pronto, e sarà un incarico condiviso con un gruppo di 15 assistenti sociali; ma questa cosa potrà contribuire, chiunque sia chiamato a farlo in prima persona, affinché vi sia un sostengo comune e diffuso.

A te che hai avuto la pazienza di leggermi, indipendentemente dal fatto che tu sia un assistente sociale, chiedo un consiglio, un parere, un pensiero... che possa aiutare a partire in questa impegnativa "avventura".

domande impossibili...

Cosa ci consigli? Cosa non fare? Quali attenzioni? Le priorità? Una previsione...
puoi inserire qui sotto un tuo commento, oppure condividerlo nella mailig list o nel gruppo su facebook, o anche contattarmi direttamente.

 

Ultima modifica il Martedì, 13 Giugno 2017 19:18

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna